[logo]  
[home page]Home   |    [preferiti]Preferiti   |    [evento]Segnala evento   |    [notizia]Segnala notizia
 
 
Home :: I dintorni :: Fossalta di Portogruaro


Fossalta di Portogruaro
Industriosa cittadina a ridosso di Portogruaro in cui operano più di 60 associazioni di volontariato

Piccolo paese con forti potenzialità. Così in una frase si potrebbe descrivere il paese di Fossalta di Portogruaro. Poco più di sei mila abitanti a ridosso di Portogruaro, un territorio confinante con il Friuli, a forte vocazione agricola, che gode di una comunità viva che continua a credere nell’aggregazione delle persone. Una caratteristica infatti balza agli occhi anche al visitatore forestiero più distratto: il mondo dell’associazionismo. Una tesoro che in alcuni Comuni ben più grandi non si trova. Oltre 60 associazioni di volontariato e  culturali che ogni settimana offrono possibilità di divertimento e iniziative rivolte a tutta la popolazione.  Di recente per esempio è stata organizzata una festa da parte del Gruppo Promozione Salute "Incontro" dedicata ai bambini con laboratori creativi, cioccolata e castagne, giochi e spettacoli, biblioteca volante e con la partecipazione delle associazioni sportive, culturali e di volontariato e delle scuole materne ed elementari del territorio. Ma i protagonisti «del fare» per il paese sono molti. A cominciare dai gruppi Avis, Aido e le associazioni degli alcolisti anonimi (Acat) presenti in due club. Tra le più impegnate nel volontariato e nella solidarietà c’è l’associazione Marcello Labor che tutto l’anno porta aiuto ai poveri e ai più bisognosi. Attualmente Fossalta annovera ben 8 comitati per l’organizzazione di feste e sagre paesane che tengono vive le tradizioni e momenti ricreativi pubblici. Tra le manifestazioni più note c’è la festa di Santa Maria Assunta a ferragosto che è anche patrona del paese, la sagra di San Luigi ad Alvisopoli a giugno e la festa della Madonna della Neve a Stiago verso fine luglio. Tra le i vari gruppi non mancano le corali tra le quali si distingue per l’originalità quella di musica folkloristica. Inoltre c’è la cooperativa “Gabbiano Jonathan”, conosciuta in tutto il veneto orientale per il recupero e l’assistenza offerta ai giovani e a tutte le persone portatrici di handicap.
Alla guida di questo bel paese pieno di umanità e voglia di fare troviamo il sindaco Paolo Anastasia erede della gestione pubblica di Bruno Panegai e continuatore della sua stessa politica di area centrosinistra pur con toni e criteri più moderati. Passaggio di testimone dunque che è avvenuto solo la scorsa primavera con obiettivi che promettono molto ai fossaltesi: il recupero dell’ex cinema Italia, del campo sportivo di Villanova e la valorizzazione della zona centrale del paese.
Dal punto di vista economico Fossalta vanta la presenza di numerose cantine vinicole tra le quali spicca la “Santa Margherita”, di fama nazionale e conosciuta anche all’estero per i suoi vini pregiati. L’azienda nasce nel ’35 quando il Conte Gaetano Marzotto, famoso industriale tessile, acquista dai Conti Stucky una tenuta agricola di oltre 1000 ettari (di cui 140 a vigneto) con l'obiettivo di integrare produzione agricola e produzione industriale, seguendo le diverse fasi della trasformazione del prodotto agricolo in bene di consumo.
La realtà industriale invece negli ultimi anni ha visto al centro di infuocate e disperate battaglie sindacali la  crisi occupazionale del Linificio, canapificio nazionale di Villanova. Drastici i tagli sui lavoratori quando, circa un anno e mezzo fa, la dirigenza ha comunicato l’avvio della procedura di licenziamento. La prima procedura di mobilità risale al 2006, e si conclude con la stipula di un contratto di solidarietà. Da quel momento si è continuamente ridotta la produzione, e ad oggi si parla di lavoro per 70 persone circa. Il Linificio possiede due stabilimenti all’estero, in Tunisia ed in Lituania, e due in Italia, a Villanova ed in provincia di Bergamo. Ma nei giorni scorsi si è diffusa ufficialmente la notizia: la proprietà Marzotto Spa ha deciso di mettere sul mercato tutto il suo patrimonio immobiliare, compreso quindi il linificio di Fossalta di Portogruaro.
Ma, problemi industriali a parte, quanto a nuovi orizzonti in campo di sfruttamento di nuove energie, Fossalta di Portogruaro è tra le più all’avanguardia nel portogruarese. Infatti, proprio a Villanova è stata rilasciata, senza opposizione del Comune, l’autorizzazione all’installazione ed esercizio di un impianto di cogenerazione alimentato a biomasse naturali per la produzione di energia elettrica della potenza di 13,2 megawatt chiesta dalla Zignago Power Srl. L’impianto verrà realizzato tenendo conto delle indicazioni presentate dal Consorzio di Bonifica Pianura Veneta tra Livenza e Tagliamento e con la prescrizione che la ditta predisponga l’impianto per l’eventuale implementazione del sistema di abbattimento degli ossidi di azoto già previsto in progetto. Per ora non sembra esserci nessun apparente problema. All’interno dello stabilimento l’ impianto di produzione di energia elettrica alimentato a biomasse vegetali verrà utilizzato dagli stabilimenti della Zignago vetro.
Fossalta è anche un serbatoio pieno di opere artistiche. Da vedere infatti c’è Villa Sidran del XVIII secolo, la chiesa parrocchiale dedicata a San Zenone ricca di opere d’arte. Ma è da ricordare anche la maestosa quercia di fronte alla Cappelina di Sant’Antonio di Villanova, vecchia più di 500 anni e con misure da record: oltre 16 metri di tronco più altri 20 di chioma e una circonferenza del tronco ad un metro dal suolo di ben 8 metri e 70 centimetri. Il patrimonio artistico comprende anche villa Mocenigo ad Alvisopoli, il cui parco è occupato da un’oasi del WWF che offre uno spettacolo naturale meraviglioso.
E infine, non da ultimo per fascino e importanza, il piccolo centro di Fossalta si distingue anche per la sua storia, in parte ricostruita nel museo etnografico di via Venezia.
In uno stabilimento di 500 metri quadrati sono stati ricostruiti, con arredi e attrezzi originali dei primi del '900, alcuni ambienti della casa contadina (la cucina, la camera da letto, la stalla e il cortile), la bottega dello scalpellino e un'aula scolastica. Luogo di studio privilegiato dalle scuole del territorio e dagli appassionati e studiosi di storia ed usi e costumi popolari.


MAGAZINE    [separatore tab]    RUBRICHE    [separatore tab]    FORUM     [separatore tab]    
[Luglio/Agosto 2014]
PORTOGRUARO.NET
MAGAZINE
11.000 copie distribuite gratuitamente casa per casa e nei locali pubblici
 
[leggi ultimo numero] Leggi l'ultimo numero
[visualizza l'archivio] Visualizza l'archivio
[piano_editoriale] Piano editoriale
  FOSSALTA DI PORTOGRUARO
Le aziende [link]
Le associazioni [link]
News [link]
Eventi [link]
  UTILITÀ
LOGIN
Registrati  |  Password?
[separatore]

[facebook]
 

[separatore]

Seguici
su
[seguici su twitter] Diventa un
Fan su
[diventa un fan su facebook]

[separatore]

[Ambulatorio dentistico]

[separatore]

[]

[separatore]

NEWSLETTER
Vuoi ricevere le nostre News anche senza essere registrato al sito? Iscriviti qui!
iscrivi    rimuovi

[separatore]

[]

[separatore]

[layout]
© Portogruaro.Net by VISYSTEM Editore
Iscrizione Tribunale di Venezia n. 10 del 05/05/06 - Iscrizione al ROC n. 17423